December 9, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Parziali: 22-17, 44-30, 60-54, 75-72
Happy Casa Brindisi: Suggs 19, Tepic 10, Smith 15, Mesicek 8, Cardillo, Sirakov, Iannuzzi 7, Donzelli, Lydeka 16, Giuri, Petracca. Coach: Vitucci.
Grissin Bon Reggio Emilia: Bonacini, Candi, Della Valle 9, White 10, Reynolds 10, Markoishvili 7, Wright 16, Cervi, Dellosto, Llompart 13, De Vico 7. Coach: Menetti.
Arbitri: Lanzarini, Quarta, Boninsegna

 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata.
La New Basket Brindisi, sponsorizzata Happy Casa, battendo Reggio Emilia raggiunge la salvezza con una giornata di anticipo e garantisce alla città adriatica un’altra stagione nella massima serie di basket.
Una salvezza conquista con merito al termine di una stagione sfortunata e tribolata, condizionata da infortuni e da un via vai di giocatori che ha reso quanto mai arduo trovare continuità di gioco e risultati.
Alla fine l’agognato risultato è arrivato.
Ed è arrivato al termine di una gara dai tre volti: primi 32 minuti di netto predominio biancazzurro, coronato da un +20 (50-30) a 18′ dal termine della gara. Poi si è spenta la luce e Reggio Emilia è rientrata in partita. Nel finale, però, ha prevalso la voglia di vincere dei brindisini, molti dei quali stremati dalla fatica, e la Happy Casa ha potuto festeggiare assieme ai suoi tifosi.
Ci sarà tempo per le analisi della stagione e per programmare la prossima. Oggi, però, è tempo di gioire perché mantenere una realtà come Brindisi nel campionato di Serie A è un risultato enorme di cui andare davvero fieri.

 

La gara:

Brindisi parte con Giuri, Suggs, Tepic, Smith e Lydeka; Reggio risponde con Wright, Della Valle, De Vico, Markoishvili e Reynolds.
Avvio contratto con tanti errori da ambo le parti. A metà periodo è 8-9, poi Brindisi opera un minibreak di 7-0 con Lydeka e Suggs (15-9 a 3’40”), per poi allunga ancora fino al 21-12. A 2’19” Menetti chiama timeout, toglie dal campo un evanescente Della Valle e i suoi recuperano qualche lunghezza chiudendo sul 22-17

L’avvio del secondo periodo è nettamente di marca brindisina con un parziale di 9-2 in poco più di due minuti di gioco. Menetti ferma l’incontro sul 31-19 e cerca di schiarire le idee a suoi. Al rientro, però, una bomba di Mesicek ed una schiacciata di Suggs regalano a Brindisi il +17 (36-19). In campo si rivede Della Valle e Reggio ritrova la via del canestro (36-24). Sul 38-26 Vitucci chiama il suo primo timeout e la gara torna equilibrata. Al riposo si va sul 44-30.

Al rientro in campo, Brindisi è ancora più determinata e va sul +20 (50-30). La reazione di Reggio Emilia, dopo l’opportuno timeout di Menetti si concretizza in un parziale di 5-0. Lydeka cerca di scuotere Brindisi, ma i ragazzi di Vitucci sembrano in deficit di idee e condizione e subiscono canestri su canestri da una Reggio a cui non sembra vero di poter rientrare in partita. La maledizione del terzo quarto si materializza in un parziale di 16-24 che rimette in gara i reggiani (60-54).

Nel quarto periodo domina la paura di perdere. Reggio si porta a -2 poi Iannuzzi e Smith la ricacciano indietro (66-60). Reggio non è doma e, con una tripla di White va a -1 (66-65); la Happy Casa stringe i denti in difesa e si riporta a +4 (69-65), poi una tripla di Suggs fa sussultare il palazzetto (72-65 a 3’10”). Gli emiliani non si arrendono (prima 74-70 e poi 75-72 a 1’08”). Reynolds stoppa Lydeka che sotto la plancia opposta rende pan per focaccia. A 30” dal termine Brindisi ha palla in mano, Tepic sbaglia ma Lydeka prende il rimbalzo e riceve fallo a 7,9 dal termine. Praticamente la partita finisce qui. Il resto è festa!!!

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com