March 2, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

 Parziali: 23-21, 48-38, 66-60, 87-87, 105-98
Happy Casa Brindisi: Suggs 23, Tepic 24, Smith 18, Mesicek 7, Cardillo 1, Sirakov, Moore 7, Iannuzzi 8, Donzelli, Lydeka 10, Giuri 7, Di Maggio. Coach: Vitucci
Dinamo Sassari: Spissu 7, Bostic 26, Bramforth, Planinic 28, De Vecchi, Pierre 2, Jones 6, Stipcevic 19, Hatcher 4, Polonara, Picarelli, Tavernari 6. Coach: Pasquini
Arbitri: Sahin, Sardella, Caiazza

 

Dopo aver condotto per tre quarti di gara, Brindisi subisce un quarto periodo devastante di Sassari ma ha la forza di rialzarsi e conquistare i tempi supplementari. E qui il capolavoro: ha la forza di sovvertire nuovamente l’inerzia e portare a casa due punti che, praticamente, vogliono dire salvezza.

 

Brindisi parte con Moore, Suggs, Tepic, Smith e Lydeka. Sassari risponde con Bostic, Bamforth, Hatcher, Planicic e Polonara.

L’avvio è di marca brindisina (7-0 dopo 2′) ma dopo nemmeno quattro minuti i padroni di casa accusano il secondo fallo personale di Nic Moore. La Happy Casa insiste (12-4 a 6’25”) e Vitucci mette dentro Giuri. Si gioca senza fronzoli con Tepic e Smith che dominano sugli avversari. Sul 14-4 Pasquini chiama il primo time-out del match.
I ragazzi di Vitucci giocano davvero bene in attacco e difendono con intensità (23-12 a 2′). Poi un 5-0 di Sassari – che nel frattempo ha inserito Spissu – costringe Vitucci a chiamare timeout. Ma i sardi non si fermano e chiudono il primo periodo in svantaggio di soli due punti (23-21).

 


Nei primi minuti del secondo periodo, Brindisi e Sassari giocano ad armi pari. A 7’34, una bomba di Smith ed un bel sottomano di Giuri regalano ai padroni di casa il +8 (33-25). Sassari è tenuta in piedi dalle giocate personali di Bostic mentre l’Happy Casa è più corale. Moore torna in campo al posto di un positivo Giuri e gli ospitanti allungano ancora (42-29 a 2’45”). Moore è indiavolato e realizza 7 punti in due minuti ma Bostic e Jones limitano i danni. Poi Vitucci rimette Giuri per gestire l’ultimo minuto ma il brindisino si fa male a 10” dal riposo lungo. A  metà partita è 48-38.

 

Al rientro in campo apre un bel canestro di Tepic, poi Bostic e Stipcevic accorciano con due bombe consecutive (50-44). La gara diventa incandescente e Vitucci si prende un fallo tecnico dopo il terzo fallo di Moore. Nel momento più difficile Brindisi dimostra tutto il suo carattere ed una tripla di Suggs ed un perfetto contropiede chiuso da Tepic scrivono il massimo vantaggio di +14 (59-45 a 5’32”). Pasquini chiama time-out. Sassari rientra con un 4-0 e stavolta è Vitucci a fermare il gioco. Si ritorna in campo ed è fuoco con le triple di Suggs e Bostic, poi Tepic scrive il 64-52.
Vitucci fa rifiatare Moore e Lydeka e Sassari ne approfitta avvicinandosi con le bombe consecutivedi Bostic e Stipcevic (66-60). Cosi si chiude il terzo parziale.

 

Avvio da incubo nell’ultimo quarto: Sassari si mette subito a ruota (66-65) ed a poco vale la tripla di Tepic perché gli isolani con la sorpresa Tavernari sugli scudi piazzano un break di 11-0 che nemmeno un timeout di Vitucci riesce a fermare.
Brindisi ritrova il canestro dopo la metà gara, grazie a due liberi di Lydeka (71-76), ma subito dopo Moore commette il suo quinto fallo. Suggs suona la sveglia (73-78) ma Smith tira sul ferro la bomba del possibile -2 e sul versante opposto la tripla di Stipcevic fa – 7.

Tepic e Suggs tengono vive le speranze brindisine ma Planinic è incontenibile (77-84 a 2′). Ci prova Suggs con una tripla ma Stipcevic risponde con la stessa medaglia (80-87 a 1’25”). La bomba potrebbe ammazzare chiunque ma non la Brindisi di oggi che riduce subito con Tepic e Giuri e si porta a-3 (84-87 a 59”).

Pasquini chiama timeout ma all’uscita i suoi non riescono ad effettuare la rimessa regalando palla a Brindisi. Smith decide di prendersi due punti (86-87) e sul versante opposto Bostic sbaglia la bomba. A 27” Vitucci chiama timeout per disegnare l’azione della possibile vittoria. Palla a Tepic che a 9” serve un assist a Giuri, fermato da un antisportivo di Stipcevic. Dalla lunetta, il brindisino fa 1/2. Sull’azione successiva Smith viene fermato e si va ai supplementari.

 

L’overtime parte con i canestri di Planinic e Tepic. Poi tensione alta e tanti sbagli. Brindisi butta via tre palle sanguinose con Suggs e Smith e Sassari ne approfitta: prima realizza Planinic, poi va in lunetta Bostic per tre liberi (tutti realizzati) e infine, ancora dalla lunetta con Planinic (89-95 a 2’50”).

La Happy Casa reagisce con Smith, che prima mette dentro una bomba, poi un libero su due, poi ruba palla e schiaccia (95-95 a 1’35”).

Sassari trova i punti dalla lunetta con il solito Planinic (95-97 a 1’29”). Risponde uno Smith in pallissima. Dalla parte opposta si segna ancora dalla lunetta (1/2 di Bostic).  Poi ci pensa Mesicek con una pazzia delle sue: palleggio e tiro da tre (100-98). La difesa di Brindisi recupera palla e sul capovolgimento di  fronte Smith conquista due liberi. Ne realizza uno. Ma ci pensa ncora la grande difesa di casa che recupera palla facendo involare Suggs per la schiacciata del 103-98.    Finisce con due liberi di Mesicek per il 105-98 finale.

No Comments