May 20, 2024

Brundisium.net

Il nuovo corso del basket biancoazzurro è appena cominciato, non senza qualche vena polemica. La New Basket Brindisi si presenta ai nastri di partenza del massimo campionato, per il sesto anno consecutivo, con una novità importante: la “Happy Casa” sarà in questa stagione agonistica il title sponsor della compagine presieduta da Fernando Marino. L’azienda martinese, in forte espansione su tutto il territorio nazionale, accompagnerà la New Basket Brindisi in questa nuova avventura. Un connubio che è stato formalizzato dopo meno di una settimana di trattative, quando nessuno, a cominciare dagli stessi dirigenti fino ad arrivare ai tifosi, ci sperava più. Invece, il dopo-Enel (il colosso energetico sarà comunque uno dei sponsor principali), è cominciato così tra l’entusiasmo generale, proprio alla vigilia dell’esordio casalingo della squadra affidata in questa stagione a Sandro Dell’Agnello che domani (domenica 1 ottobre) sarà impegnata in casa alla ore 12 contro la Fiat Torino (diretta Eurosport 2, novità televisiva di questa stagione)

Una presentazione che ha fatto passare in secondo piano l’aspetto prettamente sportivo e agonistico. Infatti in un’affollatissima sala stampa “Antonio Corlianò”, alla presenza dei principali sponsor, si è dato risalto al grande lavoro svolto in questi ultimi mesi, che ha portato a legare il proprio nome alla New Basket alcune tra le maggiori realtà dell’intera regione. Così tra conferme e nuovi ingressi, oggi il sodalizio biancoazzurro può tirare un sospiro di sollievo e programmare al meglio la sesta stagione in Lega A, che alla vigilia si preannunciava come una delle più difficile della presidenza Marino.

Non sono mancate le polemiche però. In particolar modo hanno riguardato la presenza tra i gold sponsor della A2A Energiefuture, l’azienda che è subentrata ad Edipower nella concessione demaniale per la centrale nella concessione demaniale marittima su cui insistono gli impianti della centrale termoelettrica a carbone di Costa Morena, nel porto industriale di Brindisi.

Al di là di qualche malumore resta comunque il rinnovato entusiasmo per una realtà cestistica che, dopo l’uscita di scena della JuveCaserta, resta insieme a Capo d’Orlando e Avellino, una delle tre società ai massimi livelli del Sud Italia. Un a vera e propria eccellenza alla quale, in questa stagione agonistica, hanno deciso di legare il proprio nome aziende delle provincie di Bari, Taranto e Lecce, a dimostrazione di quanto comunque il brand New Basket negli ultimi anni sia cresciuto attirando l’attenzione di “vecchi” e nuovi partner commerciali.

Da domani intanto la parola passa nuovamente al campo. Dopo la parentesi Meo sacchetti in panchina è arrivato l’esperto Sandro Dell’Agnello. Insieme a lui per l’ennesimo anno si è attuata una nuova rivoluzione estiva che ha portato alla conferma di capitan Marco Cardillo, Daniel Donzelli (attualmente infortunato) e il giovane talento Blaz Mesicek. Per il resto nuovi arrivi, a cominciare dal ritorno del brindisino Marco Giuri, che vestirà nuovamente la casacca biancoazzurra dopo aver ottenuto la promozione in lega al primo anno di Piero Bucchi sulla panchina della New Basket.

Completamente rinnovato il “parco” stranieri. Il talentuoso Antony “Cat” Barber avrà il compito di dettare i ritmi e inventare canestri; Scott Suggs, Obinna Oleke, Caddy Lalanne e l’esperto Milenko Tepic dovranno assicurare solidità al gruppo, mentre l’esperto Brian Randle potrebbe costituire il valore aggiunto di una formazione che al momento, tra infortuni vari, non ha ancora mostrato le sue vere potenzialità. Difficile quindi al momento dire dove potrà arrivare questa “Happy Casa” Brindisi, ciò che è certo è però che la formazione di coach Dell’Agnello in questo pre campionato ha mostrato una grande attitudine difensiva e una buona propensione al gioco in velocità. Qualcuno potrà dire che Brindisi sotto le plance appare un po’ leggera, ma chi conosce il gioco e le squadre di Dell’Agnello sa sicuramente che il coach livornese predilige “lunghi” agili e veloci capaci di giocare sia in post alto che basso. Insomma, da domani si comincia. Brindisi proverà a centrare la qualificazione alla Final Eight e ai play off. Ci riuscirà? Difficile dirlo. Ciò che conta è che la Brindisi cestistica per il sesto anno consecutivo sia nell’elite del basket italiano. “Happy” basket a tutti.

Di Pierpaolo Piliego

No Comments