December 7, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il servizio di trasporto urbano nasce a Brindisi nel 1949 con la concessione alla Ditta Oliva del trasporto passeggeri con due carrozze ippotrainate dalla Stazione Marittima alla Stazione Ferroviaria.

 

Nello stesso anno, per iniziativa di un privato Cosimo Moretto, vengono istituite due linee urbane che partendo dalla Stazione Marittima collegano il Casale e la Commenda, mentre nel 1962 sono istituite altre nuove linee che toccano buona parte della città.

 

Tra la Società “Cosimo Moretto” e l’Amministrazione Comunale i rapporti non sono mai idilliaci. Vi è una sorta di reciproca sopportazione motivata dalla circostanza che, per entrambi, vi è la necessità di erogare un servizio pubblico.

 

La gestione Moretto ha fine con la delibera del 21/07/1964, Sindaco l’avv. Vitantonio Bruno, che dispone la concessione a favore della Nuova Italsud S.p.A. di Bari di un servizio di emergenza di autolinee urbane.

Nella stipula della convenzione si pattuisce come primo punto essenziale l’impegno ad assumere il personale della Ditta Moretto.

 

Ma sono giorni di grande trambusto. Io stesso assisto ad un episodio poco gradevole. Sul Corso Umberto nei pressi dell’albergo che oggi è Palazzo Virgilio, la Sig.ra Moretto inveisce con insulti verso  l’Onorevole Giulio Caiati (che era sui gradini dell’albergo) ritenendolo responsabile del fallimento della società.

 

Con il passare del tempo e con la crescente domanda quantitativa e qualitativa (subentra anche il servizio extraurbano), la Nuova Italsud non riesce a garantire un servizio efficiente. L’affidamento di gestione dei servizi extraurbani ad una società nata per un servizio pubblico urbano, non può che creare disservizi e precarietà.

 

Per questo motivo, nel 1969, il sindaco Francesco Arina affida la concessione all’AMAB che, sotto la presidenza dell’Avv. Cataldo Motta, riorganizza l’azienda e riesce a soddisfare la domanda di un servizio pubblico efficiente.

Arriviamo al 1974, Sindaco Franco Loparco. Si inizia ad avvertire l’esigenza di una società che possa comprendere i servizi necessari per la Città e per l’intera provincia.

 

Personalmente, in qualità di Capo Servizio Viabilità e Traffico, presenzio a vari incontro ai quali partecipano anche l’Ingegnere Capo del Comune Vincenzo Valentini, l’Onorevole Giulio Caiati, il Sindaco Francesco Loparco ed il presidente dela Provincia Ubaldo Rini.

Con i risultati degli incontri sono inviato più volte a Bari per far prendere visione dei risultati e recepire suggerimenti da parte dell’ Ing. Italo Gatto, responsabile del Settore Trasporti della nascente Regione Puglia.

 

E’ il 9 gennaio del 1975: con atto notarile l’Amministrazione Comunale di Brindisi rappresentata dal Sindaco Prof. Francesco Loparco, l’Amministrazione Provinciale rapprentata dal Presidente Dott. Ulbaldo Rini, l’Ente Regionale Pugliese per i Trasporti rappresentata dal Commissario Straordinario Ing. Italo Gatto costituiscono una società per azioni a totale partecipazione pubblica con la denominazione “SOCIETA’ TRASPORTI PUBBLICI BRINDISI – SpA”

Habemus “S.T.P”.

All’Atto costitutivo sono presenti l’avv. Corrado Mautarelli, l’avv. Cataldo Motta, il Rag. Antonio Consales in qualità di componenti del primo Consiglio di Amministrazione dela Società.

 

E’ con questo breve ricordo 1975/2015 che auguro alla S.T.P. buon compleanno.

 

 

Comm. Geom. Aldo Indini
ex Capo Servizio Viabilità Traffico del Comune di Brindisi.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com