January 28, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il direttivo  Nuovo Centro Destra, e per esso il Segretario cittadino Giuseppe Tonio Di Taranto,  sostengono,  ad alta voce credendo nella intelligenza e cultura le urgenti ed irrevocabili dimissioni.

Non è più possibile vedere in una continua attività giudiziaria, come se fosse un’aula di Tribunale, sono più ricorsi che il nostro comune ha in atto, che la popolazione del paese.

 

Ultima in ordine di tempo, il ricorso Allservice, per vincente al Tar di Lecce sulla questione nelí’ aggiudicazione di lavori al cimitero (vedi La Gazzetta del Mezzogiorno del 3 agosto 2014) senza pensare al disastro in cui versa il paese ed i luoghi della quotidianità: strade con crateri, verde pubblico incolto, sporcizia, animali, rospi,  topi e serpenti che gironzolano indisturbati nelle vie.

Incentivi europei e regionali  lasciati a se stessi, perché non esiste un solo progetto della sua amministrazione. Da questa Amministrazione comunale ci si aspettava molto in termini di buoni atti e di buone politiche utili a ridare dignità e prestigio al buon nome della nostra Città.

 

Quali e tali atti però non solo non sono mai stati arrivati, non solo la città ha perso ulteriori punti sulla scala del benessere e del prestigio sociale, non solo non sono stati proposti e predisposti dei piani riorganizzativi e una programmazione con dei possibili interventi da porre in essere per garantire il “minimo sindacale”, non si riesce ad espletare una ricognizione degli interventi che il territorio necessita nelle sue molteplici realtà, nei suoi vari ambiti sociali, economici e politici che riabilitano in questo territorio il senso dello Stato.

Ci facciamo porta voci della critica e la delusione che i cittadini nutrono non tanto verso quest’amministrazione comunale ma verso il Sindaco avv. Pasquale Rizzo che è molto e sempre più forte e avvertita.

 

In sintesi i  cittadini si aspettavano dal nostro Primo cittadino un impegno più fattivo, un approccio più diligente e produttivo: un fare amministrativo idoneo a recepire le istanze del territorio e a rilanciare il territorio recuperando quel gap amministrativo che da diversi anni subiamo rispetto ad altre realtà come la nostra.

Ma la cosa che fa indignare l’intera popolazione, pochi esclusi, non si riesce a capire il colore politico di quest’ amministrazione: iniziò come amministrazione di sinistra insieme a sel ed estremisti di sinistra ed ora ci troviamo con 4 consiglieri di destra .

 

Per Lei sarà stata una bella avventura, ma, purtroppo la politica da noi intesa è ben altro: Rizzo dimettiti.

Nessun cittadino vuole niente di straordinario ma, tutti chiedono che i servizi vengano erogati con costanza e uniformità; che il denaro pubblico non venga sperperato; una maggiore chiarezza negli atti espletati e un coinvolgimento nel processo decisionale dei cittadini; un impegno amministrativo e una lealtà e trasparenza  amministrativa (il dire non dire in molti atti, vedi ad esempio il cambio di giunta per ben cinque volte e la non sostituzione dell’assessore donna all’ambiente,  e la nomina di quello ai Lavori pubblici, e dei servizi sociali di Novoli e Lecce).

Da questa situazione generale ne va di mezzo non solo la credibilità degli amministratori e delle istituzioni ma quella di un’intera città i cui cittadini giustamente protestano.

 

COMUNICATO STAMPA NCD SAN PIETRO VERNOTICO

No Comments