February 25, 2024

Brundisium.net

DINAMO BRINDISI-MENS SANA MESAGNE=65-61
Parziali: 17-17 12-11 16-18 20-15
DINAMO BRINDISI: Longo 1, Dario, Ruggiero 2, Orlandino 9, Masi 9, Mikalauskas 17, Upe 7, Calò 2, Bove 14, Fusco 4. Allenatore: L. Santini.
MENS SANA MESAGNE: Crovace 13, Risolo P. 11, Ciccarese 4, Piliego C. 21, Perez 2, Risolo A. 6, Piliego A., Abbracciavento, Pesce 4, De Levrano. Allenatore: Angelo Capodieci.
Arbitri: Matarazzo e Sanzo.

 

IL COMUNICATO DELLA DINAMO BRINDISI


Settimo sigillo consecutivo per la Limongelli Dinamo Basket Brindisi che supera, per 65-61, la Ciaurri Mesagne. Una vittoria che consegna alla Dinamo una storica qualificazione ai play off per la promozione in serie C alla sua prima apparizione nel campionato di serie D. La partita di stasera non è stata affatto facile; la formazione di coach Capodieci ha venduto cara la pelle per tutti i 40 minuti in in un match che non ha mai avuto mai un vero padrone in campo. Punteggio sempre sul filo dell’equilibrio con sorpassi da ambo le parti che hanno tenuto con il fiato sospeso i tantissimi tifosi che hanno seguito la squadra nel Palazzetto di via Ruta al Casale per indisponibilità (parquet allagato per pioggia) del PalaZumbo di via dei mille (che rende quanto mai attuale il dibattito sulle strutture sportive in città). Tra le fila della Dinamo esordio per il pivot lituano Laurynas Mikalauskas che, nonostante sia a corto di condizione e conosca poco i suoi compagni di gioco, ha fatto valere tutto il peso dei suoi 205 cm 8 e dei suoi Kg.) mettendo a referto 18 punti e tirando giù 8 carambole. Per la Dinamo , nonostante l’assenza per infortunio del pivot Francesco Ferrienti, bene la cabina di regia del solito Francesco Bove che, con i suoi 12 punti e i suoi assist, ha tenuto botta nei momenti difficili dell’incontro. Un commento particolare va fatto per 3 giocatori; Gabriele Orlandino e Sefano Fusco che, nell’ultimo periodo, con i loro canestri (quest’ultimo, tra l’altro, in campo solo nell’ultimo parziale) hanno dato quel mini break di vantaggio che ha permesso, alla propria squadra, di vincere la partita e , il mai anziano Capitano Alfredo Dario, un esempio incredibile di longevità sportiva che, questa sera, ha fatto gli straordinari recuperando ben 15 (si avete letto bene!!!) rimbalzi.
Per la Mens Sana mvp della partita Piliego C. 21 punti, spina nel fianco per la difesa ospite, il play Crovace 13 punti e tanta esperienza in campo e i fratelli Risolo (Gigi 11 punti e Alessandro 6) che hanno lottato come leoni per contrastare la furia atletica di Mikalauskas.
La partita, come dicevamo, è stata sempre in equilibrio con gli ospiti che, sia nel primo che nel terzo periodo, hanno avuto un vantaggio massimo di 4 punti (sempre con un tiro di Piliego C.) e con i brindisini della Dinamo che , però, hanno sempre risposto agli attacchi dei mesagnesi. Coach Santini, nel secondo periodo ha anche provato una zona dispari provando a mettere in difficoltà gli avversari mentre, in attacco, si provava a tenere alta l’attenzione della difesa mensanina con palle nel pitturato servite al lungo lituano.
Sono però i canestri di Masi, Orlandino, Fusco e un tiro libero di Bove a 5 secondi dal fischio finale a sancire la vittoria dei padroni di casa per definire questo traguardo storico per la “matricola terribile” del campionato volata, in sole 3 stagioni, dal campionato di prima divisione, alla disputa della poule promozione di serie C.
Un risultato storico che premia, come dichiarato dai 4 soci (Marrazza, Angelelli, Carparelli e Spada) I’ottimo lavoro di squadra e la perfetta organizzazione societaria in tutti questi tre anni di attività ma, soprattutto, un gruppo di giocatori forti e motivati che hanno fatto tesoro degli errori della prima parte della stagione per inanellare questa striscia vincente di 7 partite consecutive.
E pure coach Santini è felice del risultato di stasera: “nonostante una partita non bellissima portiamo a casa un’altra importante vittoria che ci proietta nei play off a 1 giornata dal termine della stagione regolare. Ci godiamo solo per questa sera la vittoria e, da martedi, saremo proiettati a preparare al meglio la difficile partita di sabato che ci vedrà affrontare l’Invicta Brindisi, in un derby molto difficile e impegnativo come sempre”.

 

IL COMUNICATO DEL MENS SANA MESAGNE


La Dinamo Brindisi si aggiudica il derby di serie D al termine di una partita bella, vibrante e a tratti spettacolare. La gara si gioca nel Palamelfi, causa di infiltrazioni di pioggia nel Palazumbo, il vecchio palazzetto CONI è gremito, con una folta rappresentanza di tifosi ospiti. Il Brindisi chiude la contesa solo nei secondi finali, dopo una partita giocata punto a punto e che ha visto gli ospiti spesso in vantaggio. I padroni di casa presentano il nuovo tesserato Mikalauskas proveniente dalla Lituania, centimetri e tonnellaggio che in queste categorie si fanno sentire, ma deve rinunciare a Ferrienti per infortunio. Anche coach Capodieci deve fare i conti con l’infermeria e lascia a casa Malvindi, Giorgio e Caroli. Coach Santini, ex biancoverde, manda in campo Masi, Bove, Dario e il duo lituano Upe e Mikalauskas, mentre coach Capodieci si affida a Ciccarese, Crovace il duo Risolo e Piliego C. Mikalauskas si presenta subito ai nuovi tifosi mettendo in seria difficoltà la Mens Sana nella zona pitturata, rimbalzi in attacco e facili conclusioni, permettono al lituano di trascinare i compagni. Rispondono puntualmente i mensanini con Crovace e Piliego per chiudere il primo quarto sul 17-17. Nel secondo periodo l’andamento della partita non cambia. Ciccarese e Crovace limitano notevolmente Upe, ma sono Bove e il solito Mikalauskas a reggere le sorti della propria squadra. Coach Capodieci prova soluzioni diverse, manda in campo il giovanissimo Pesce, classe 2002, che sfida apertamente i più quotati avversari. I fratelli Risolo cercano di limitare la forza fisica del gigante lituano, Piliego C., il miglior realizzatore della serata, mette a referto punti pesantissimi, ma si realizza con il contagocce, poi due triple di Crovace chiudono il secondo quarto con il Brindisi in vantaggio 29-28. Al rientro in campo il piano partita dei due allenatori cambia poco o niente. Le difese prevalgono sugli attacchi e alcuni errori, anche grossolani, in fase di tiro mantengono il punteggio basso. Da una parte Bove e Mikalauskas, dall’altra Crovace i due Risolo e Piliego C. muovono il totalizzatore della gara. Al termine del terzo quarto la Mens Sana Mesagne è in vantaggio 45-46. Anche l’ultima frazione di gioco si svolge all’insegna dell’equilibrio, ma il parziale importante lo assestano due under provenienti dalla panchina. Prima Orlandino realizza cinque punti consecutivi con due tiri, poi è Fusco con altre due realizzazioni a provocare un piccolo allungo per i padroni di casa. Crovace con un gioco da tre punti e un canestro di Pesce mantengono inalterate le possibilità di vittoria dei mensanini, ma l’ex Masi, prima con un gioco da tre punti e poi con altri due tiri liberi, mette ad un possesso di vantaggio la propria squadra. Il time out di Capodieci prepara l’ultimo attacco, ma il tiro di Cosimo Piliego si spegne sul ferro e lascia la via libera alla Dinamo Brindisi che porta a casa i due punti e la qualificazione ai play off di promozione. Continuano le buone prestazioni per la Mens Sana Mesagne in vista della poule salvezza che avrà inizio tra due settimane quando, oltre alla disputa di buone gare, sarà necessario portare a casa anche i due punti in palio. La prima fase del campionato di serie D si concluderà Sabato prossimo, nel palazzetto dello sport di Mesagne alle ore 18:30 sarà ospite l’Olympia Rutigliano.

No Comments