February 29, 2024

Brundisium.net

Il momento è molto serio, richiede grande senso di responsabilità e scelte coraggiose. Non è più tempo di personalismi e né tanto meno di ritorni al passato.

 

A mio avviso, per sottrarre la città ai soliti condizionamenti di gruppi “estemporanei” è necessario dare vita ad una colazione che definirei di “Responsabilità” che veda la partecipazione di tutte le forze politiche (Partiti Nazionali) all’interno di un perimetro che vada dal PD a Forza Italia, con l’impegno di tali forze a non ricandidare i protagonisti di stagioni non certo esaltanti.

 

Solo così si può dare vita ad una amministrazione autorevole che abbia legami istituzionali con la Regione e con il Governo (senza i quali non si va da nessuna parte).

 

Se ciò non accadrà, gioco forza il PD sarà costretto ad allearsi (se vuole vincere) con aggregazioni in cui saranno presenti i professionisti dell’opportunismo politico o gli integralisti dell’ambientalismo, Forza Italia non potrà rinunciare alla alleanza con la Destra più Destra o ai tanti “figliol prodighi”; Direzione Italia e Ferrararesiani a loro volta cercheranno nuovamente aggregazioni “variopinte” con la speranza di avere numeri tali da poter vincere, vale a dire si saprà già in partenza che chiunque vincerà non governerà.

 

 

Allora si eviti di andare “sotto ricatto” dei soliti noti e si dia vita ad una coalizione “politica di stampo Istituzionale” che si ponga pochi obbiettivi ma chiari.

Solo una amministrazione “Autorevole” potrà affrontare con la necessaria forza le tante emergenze della nostra città, solo una amministrazione “Autorevole” potrà sedersi ai vari tavoli istituzionali a pari dignità, solo una amministrazione “Autorevole” può riportare il dialogo (se mai vi è stato) con le imprese Multinazionali e i gestori delle varie infrastrutture, sui binari di un più corretto rapporto con il territorio.

 

Nessuno gridi all’inciucio, è pura ipocrisia il non ammettere, che sia pure sotto mentite spoglie, è quello che già sta avvenendo a livelli ben più alti.

 

E’ necessario dare alla città una guida forte, è necessario dare l’opportunità di governare e prendere provvedimenti necessari (pur se impopolari) senza che vi sia immediatamente una controparte politica che per interessi propri si metta a cavalcare la tigre e blocchi ogni reale tentativo di cambiamento.

 

 

Viviamo una situazione tragica che si trascina da oltre 20 anni, per venirne fuori è necessario “cacciare i mercanti dal tempio” o quanto meno isolarli, lo si può fare solo se tutte le forze politiche prendono congiuntamente l’impegno di farlo, perché si sa se si va con le contrapposizioni classiche del passato: nessuno vuole regalare portatori di voti ad altri, nessuno vuole correre il rischio che se caccia taluni soggetti altri siano pronti ad arruolarli.

 

A Brindisi non ha fallito una data coalizione o parte politica (centrodestra, centrosinistra, centro ecc..), ha fallito la Politica nel suo insieme, è il momento che la Politica dimostri di avere in se gli anticorpi necessari per fare pulizia al suo interno, è il momento che dimostri che sa assumersi le colpe del passato, che è pronta ad una condivisione delle responsabilità anteponendo gli interessi della città a quelli di parte.

 

Le alternative ??? Movimento 5 Stelle (e non è detto che sia un male), oppure una soluzione pasticciata tipo quelle già viste in passato e sarebbe una tragedia, un punto di non ritorno.

 

Antonio Carito

No Comments