December 13, 2019

Print Friendly, PDF & Email

… tre … due … uno … viaaaaaa …
… è partito oggi alle ore 12 il temporary shop …
grande affluenza e grande pubblicità …

 

per circa tre ore i siti web non hanno parlato d’altro prima di ritornare a informare su furti di elettricità, incidenti stradali, fughe dai domiciliari e convegni di nicchia …
il pubblico ha risposto alla grande … grandissima attenzione e grande accoglienza …

 

fra assunti veri e propri e indotto si parla di circa 500 assunzioni che di questi tempi non sono male …
anche se 470 o giù di lì saranno a tempo determinato e circa una trentina con contratto di(forse) cinque anni …
non male …

 

si è registrata qualche piccola tensione proprio nelle fasi ultime di preparazione ma niente di che …
tutto sommato l’inaugurazione c’è stata e adesso per un mese (trenta giorni esatti) tutti i cittadini potranno osservare, guardare, valutare, considerare, fare di conto e poi, eventualmente, acquistare …

 

la chiusura è prevista per il 10 giugno ma si parla già di una proroga di quindici giorni …
insomma sarà una festa che durerà circa un mese e mezzo e sicuramente ne sentiremo parlare quotidianamente …
lo spazio interno è diviso in 5 settori diversissimi per qualità, storia aziendale, importanza e … aspettative …
se proroga ci sarà essa riguarderà solamente due delle grandi marche presenti e cioè quelle che avranno venduto di più …
per le altre tre il gioco finirà sicuramente fra un mese …

 

ogni marca ha un proprio front man al quale ha affidato la propria immagine …

 

il direttore del settore più vasto, quello con più scaffali, quello che ha sempre registrato il maggior numero di vendite, è un tipo tosto, autorevole, bene impostato , forse troppo serio e inamidato ma che infonde una certa sicurezza e competenza …

 

è nuovo nel commercio, proviene dal mondo delle professioni e non sappiamo se, vendendo bene e vincendo questa specie di gara, sarà capace di gestire poi un negozio così grande e eterogeneo …

 

i suoi commessi sono fra i più bravi e capaci nelle vendite ma rissosi e poco propensi al gioco di squadra …
ognuno di loro pensa per se e la capacità di diventare capo commesso o addirittura vicedirettore complicherà non poco la gestione futura …
fra di loro ci sono giovani talentuosi, figli di commessi già licenziati,idealisti del commercio equo e solidale e simpatici avventurieri che si giocano il tutto per tutto …

 

le critiche che muoveranno gli altri competitors saranno proprio di questo tipo …
passeranno tutto il mese a parlare dei commessi di questo reparto … li insulteranno, li vivisezioneranno, li attaccheranno e continueranno a parlare di loro mentre la gente continuerà a comprare proprio quella merce della quale nessuno si preoccupa di dire niente …
una pazzia …
per questo, in genere, questo reparto è il più visitato …

 

vive di pubblicità indiretta …
al momento chi sa fare pronostici dice che questo sarà uno dei due reparti che rimarranno aperti per quindici giorni in più …
staremo a vedere …

 

la merce sugli scaffali è di tipo classico … c’è qualche capo buono ma non buonissimo …
i soliti tagli riveduti e corretti …
i soliti slogans rassicuranti …

 

qui la materia la conoscono e sanno cosa, come e a chi vendere … sono intenditori …
… per ora dipende soprattutto dalla capacità di questi 192 commessi motivatissimi …
staremo a vedere …

 

(segue)

 

Apunto Serni

No Comments