September 20, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Assi Manzoni Brindisi-Acqua Amata Turi=3-1
Parziali Set: 25-14 (20’); 25-20 (22’); 25-21 (28’).
Assi Manzoni Brindisi: Corallo 9, Antonaci 4, Greco n.e., Iacca n.e., Casalino 6, Dellarocca (L1), Scaglioso 7, Benefico n.e., Cristofaro 9, Pindinello n.e., Taurisano 15, Palazzo (L2), Avallone n.e.. All. Chionna.
Acqua Amata Turi: Cariello 11, D’Aprile 1, Draganova 6, Pignataro, La Forgia 6, Lattanzio 6, Raguso, Guglielmi, Di Reda, Gaudio 2, Cazzetta (L1). All. Acquaviva
Assi Brindisi: muri 6; bat.sb. 6; Ace 4, errori 22.
Acqua Amata Turi: muri 1, bat.sb.8; Ace 5; errori 25.
Spettatori: circa 350.

 

Esordio vincente in panchina per la nuova head coach dell’Assi Manzoni Brindisi, Patrizia Chionna, subentrata a Marcello Sarcinella a inizio settimana. In appena un’ora e dieci minuti le atlete biancoazzurre archiviano la pratica Turi con un primo set totalmente governato dalle padrone di casa, un secondo in cui le ospiti tentano la rimonta ma senza successo e un ultimo decisivo set duro a morire, tirato punto a punto fino al time out chiamato dall’Assi, e poi chiusosi sul 25-21. Buon risultato alla luce di una settimana di cambiamenti importanti, come il cambio di guida tecnica.

“Ho trovato una buona squadra, certo i cambiamenti che verranno saranno graduali, lavorerò in primis sulla determinazione e sul recupero degli obiettivi. È naturale che ho trovato una squadra già impostata nei meccanismi, ma alcune battute di arresto avevano inciso sul lato psicologico, perché può capitare che alle volte un’atleta non si senta più all’altezza e perda le certezze che fino al giorno prima aveva, perciò si tratta solo di ridare una impronta “caratteriale” indirizzata verso l’obiettivo ambizioso che è, e rimane, la promozione diretta. Vogliamo riprendere la prima posizione” ha spiegato coach Patrizia Chionna. “Ovviamente in una settimana non ho potuto fare delle valutazioni complete, anche se sono ragazze che conosco tutte benissimo, e si tratta di una squadra dalle grandi potenzialità che sono certa torneranno a concretizzarsi”. Ora si apre una fase di scontri diretti molto importanti, a partire dal prossimo turno che vedrà le brindisine impegnate nel derby col Mesagne, ex squadra di coach Chionna, e a seguire Cutrofiano e Salerno.

“Saranno impegni determinanti per la verifica del nostro obiettivo, anche se nulla sarà comunque perso anche in caso di mancato risultato. Bisogna lavorare tanto, il gruppo è buono, sono tutte ragazze che in palestra possono e danno tutto il loro impegno e aumenteremo gradualmente il carico di lavoro”.

Chiarissime le richieste della società di Toni Muccio e Ercole Saponaro alla nuova panchina: “Sposo pienamente gli obiettivi dichiarati più e più volte e esplicitati anche a me, ovvero recuperare il primo posto. E finché la matematica non ci dirà che non è possibile continueremo a puntare a quello. Naturalmente considerando che ci sono concorrenti per noi davvero di alto livello con un amalgama ben consolidato, ma dal canto nostro ci crederemo fino alla fine” ha detto senza mezzi termini la nuova allenatrice.

UFFICIO STAMPA ASSI MANZONI PALLAVOLO BRINDISI

No Comments