October 22, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Si sono aperti alle 7.00 di oggi i seggi a Mesagne ed Ostuni, i due comuni della provincia di Brindisi chiamati all’elezione del sindaco attraverso il turno di ballottaggio.

Le operazioni di voto si svolgono dalle ore 07.00 alle ore 23.00. Al termine, dopo il riscontro del numero dei votanti, cominceranno le operazioni di scrutinio.
I risultati definitivi giungeranno, verosimilmente, intorno alle ore 2.00 di lunedì e saranno diffusi in tempo reale attraverso il sito www.brundisium.net.

A Mesagne (25.289 aventi diritto al voto) è battaglia a sinistra tra Toni Matarrelli (sostenuto da nove liste civiche) e Rosanna Saracino (indicata da PD e altre quattro civiche).
Ad Ostuni (corpo elettorale di 27.421 persone) la corsa è tra Domenico Tanzarella (espressione di sei civiche) e Guglielmo Cavallo (scelto da FI, Lega, FdI, Direzione Italia ed una civica).

In questi giorni è stata sfida aperta (a tratti dura) per cercare di convincere gli indecisi. Adesso si attende il verdetto dell’urna.

Il Ministero dell’interno ricorda che, configurandosi il turno di ballottaggio come una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare in occasione del ballottaggio solo gli elettori che abbiano maturato il relativo diritto entro il 10 giugno 2018 (giorno del primo turno di votazione); peraltro gli aventi diritto al voto potranno partecipare al turno di ballottaggio anche se non si siano recati a esprimere il voto nella votazione del primo turno.

Per poter esercitare il diritto di voto presso l’ufficio elettorale di sezione nelle cui liste risulta iscritto, l’elettore dovrà esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale a carattere permanente.

All’elettore verrà consegnata una scheda di colore azzurro sulla quale, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto per il sindaco, per la lista e per il consigliere comunale prescelto.

Per poter esercitare il proprio diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione ogni elettore dovrà esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale (il cui duplicato, in caso di smarrimento, potrà essere richiesto agli uffici comunali).

TUTTE LE INFORMAZIONI SUL VOTO

Quando si vota

Domenica 9 giugno 2019, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le operazioni di voto del turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali e per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario.

Come si votaLe schede per il turno di ballottaggio riportano, prestampati in due distinti appositi rettangoli, i nomi dei due candidati che hanno riportato al primo turno il maggior numero di voti. Il voto si esprime tracciando, con la matita copiativa, un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato che si intende votare.

Tessera elettorale

Il Ministero dell’interno ricorda che, configurandosi il turno di ballottaggio come una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare in occasione del ballottaggio solo gli elettori che abbiano maturato il relativo diritto entro il 10 giugno 2018 (giorno del primo turno di votazione); peraltro gli aventi diritto al voto potranno partecipare al turno di ballottaggio anche se non si siano recati a esprimere il voto nella votazione del primo turno.

Per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente, che ha sostituito il certificato elettorale.

Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati gli uffici comunali saranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

No Comments