February 24, 2024

Brundisium.net

Assi Manzoni Volley Brindisi 3 – Planet Light Catania 1

Parziali Set: 25-17 (25′); 12-25 (23′); 25-13 (23’); 25-20 (25’).

Assi Manzoni Brindisi: Corallo 11, Antonaci 13, Greco n.e., Iacca n.e., Casalino 2, Dellarocca (L1), Scaglioso 7, Benefico, Cristofaro 12, Pindinello 11, Taurisano n.e., Chionna 15, Avallone n.e.. All. Chionna.

Planet Light Catania: Lo Re’ 30, Nuccio 3, Tracinà, Incongnito 5, De Luca5, Finocchiaro, Rapisarda 8, Nicolosi, Chiesa 6, Mirabella Giulia (L2). All. Baldì.

Assi Brindisi: muri 16, bat.sb. 5, Ace 2, errori 18.

Planet Light Catania: muri 10, bat.sb.3, Ace 6, errori 16.

 

Sembrava essere iniziata sotto una cattiva stella “gara due” play off, per la promozione in B/1, dell’Assi Manzoni Volley Brindisi a Catania che, ad appena un’ora dallo scendere in campo, deve rinunciare a Ida Taurisano, infortunata. E, invece, con tre set a uno le brindisine archiviano la pratica Planet Strano Light e volano dirette in semifinale senza dover passare da gara tre.

 

La squadra di coach Patrizia Chionna ora torna a casa, dove l’attende una settimana di allenamenti in vista della prima partita da semifinalista contro Roma, lontano dalle mura amiche del palaZumbo, mercoledì 28 maggio. Le capitoline, infatti, sono prime nella classifica avulsa stilata dalla Fip, e hanno saltato il primo turno play off, per attendere la vincente dei quarti tra Brindisi e Catania.

“Ottima prova, ma non montiamoci la testa il percorso è ancora lungo, abbiamo superato il primo ostacolo, che è la cosa più importante. Abbiamo conquistato fiducia per superare la seconda e forse più difficile fase. Ma siamo carichi e non ci spaventa nulla, neanche Roma. Ora abbiamo una settimana per recuperare al meglio le energie” ha commentato il direttore generale, Francesco Greco.

“Grande prova di carattere per le nostre ragazze. Chionna ha sostituito egregiamente Taurisano infortunata. La gara è stata intensa, con il Catania che ha lottato fino all’ultimo pallone con una Lo Re’ mai doma. Grande prova a muro per noi. Adesso ci tocca lo scoglio Roma, ma siamo fiduciosi nei nostri mezzi” ha aggiunto anche il team manager Vittorio Lezzi.

No Comments