October 4, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Marcianise: Imbimbo, Verdone, Corduas, Vitiello, Pagano, Posillipo, Conte, Temponi, Iadaresta (76′ Tenneriello), Citro, Gerardi. A disp.: Navarra, Ciano, D’Anna, Buonpane, Iuliano, Viola, Di Ronza, Allegretta. All.: Foglia Manzillo.
Brindisi: Peschechera, Lorito, Liotti, Vetrugno, Gasperini, Sicignano, Loiodice (73′ Pellecchia), Pollidori, Gambino, Ancora, Akuku (11′ Fella). A disp.: Tufano, Vantaggiato, Cacace, Iaboni, Kamano, Greco. All.: Chiricallo
Arbitro: Minotti di Roma 2 coadiuvato da Colizzi e Guglielmi di Albano Laziale
Reti: 6′ Citro, 10′ Iadaresta, 43′ Gambino, 45+2′ Posillipo, 55′ Citro

 

Nuovo crollo del Brindisi che nella trasferta di Marcianise cede per 4-1 sul campo della vice capolista. Solo un ricordo la formazione che nel match di andata impose il suo gioco e sconfisse con un netto 2-0 i casertani.

A poco vale analizzare se la rete del 3-1 locale sia da considerarsi regolare o meno, il Brindisi continua a mancare di carattere, fatica a creare gioco e soccombe con troppa facilità agli avversari, rassegnandosi rapidamente alla sconfitta.
In termini di classifica, paradossalmente, il Brindisi prende più punti in questa giornata che in quella precedente dove i biancazzurri non scesero in campo per il riposo causato dal ritiro del Nardò.

Sotto accusa l’undici titolare mandato in campo da mister Chiricallo con l’inserimento dal primo minuto di Akuku al posto di Fella e di Vetrugno a centrocampo, giustificato solo in parte dall’assenza di Troiano per squalifica e dall’oggetto misterioso Kamano che a quasi due mesi dal suo arrivo a Brindisi non ha ancora effettuato un solo minuto di gioco.

Sin dalle prime battute si comprende che i brindisini non hanno approcciato bene alla gara ed il Marcianise chiude l’incontro in soli undici minuti. Al 7’ è Citro a sbloccare il risultato facendo quel che vuole al centro dell’area brindisina con la colpevole complicità delle retroguardia adriatica. Quattro minuti dopo è lo stesso numero nove di casa a trasformarsi in assist-man ed a servire al centro dell’area Iadaresta che realizza il raddoppio.
La reazione del Brindisi tarda ad arrivare e bisogna attendere il 39’ per segnalare il primo tentativo ospite con Ancora, forse uno dei pochi a meritare la sufficienza, che dal limite scheggia il palo alla sinistra di Imbimbo. Al 44’ arriva il gol di Gambino che riaccende le speranze biancazzurre subito stroncate in pieno recupero dalla rete in mischia di Posillipo con le vibranti proteste degli ospiti convinti che la palla non avesse superato la linea bianca della porta difesa da Peschechera.
La ripresa è solo ordinaria amministrazione, l’unico tentativo del Brindisi è al 4’ con un tiro di Fella completamente fuori misura poi da segnalare soltanto la rete del 4-1 finale messa a segno nuovamente da Citro che sotto misura deve semplicemente depositare in rete.

Ora per il Brindisi il cammino diventa particolarmente complicato, i biancazzurri sono attualmente settimi, con l’obiettivo minimo dei play off che rischia di diventare proibitivo se non si cambierà la rotta e l’atteggiamento nelle prossime gare.

Davide Cucinelli

Clicca qui per risultati e classifica dopo la 25^ giornata

 
 
 

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com