September 30, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri della Stazione di San Michele Salentino unitamente a militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni (BR) con il supporto del Reparto Operativo di Brindisi, hanno tratto in arresto il 18enne Christian Gioia per lesioni personali e porto abusivo di armi.

 

I militari nella serata di ieri 29 gennaio, sono stati allertati sul numero di emergenza 112 a seguito di una telefonata effettuata da un cittadino, il quale impaurito e nascosto dietro una siepe, ha riferito che un giovane armato di fucile stava esplodendo alcuni colpi in direzione di un gruppo di ragazzi che sostavano in piazza Matera di San Michele Salentino. Questi uditi gli spari nella loro direzione, hanno tentato di ripararsi dietro alcuni cespugli. Cinque degli otto ragazzi sono stati feriti di striscio da alcuni pallini, per gli altri tre si è reso necessario il trasporto presso gli ospedali di Ostuni e Francavilla Fontana per le cure del caso.

 

Le immediate indagini, grazie anche alla descrizione sommaria fornita dai ragazzi, hanno consentito agli investigatori di identificare nel 18enne Gioia, l’autore del reato, il quale nel frattempo si era dileguato a piedi per le campagne circostanti.

 

Gli investigatori hanno iniziato così le ricerche dello stesso, ispezionando anche il luogo dell’evento, che ha consentito di rinvenire quattro cartucce da caccia cal. 12, sottoposte a sequestro. Il giovane, rintracciato dopo un’ora dalla commissione del fatto nella sua abitazione dove nel frattempo si era rifugiato, è stato tratto in arresto.

 

Il presunto movente che ha spinto il giovane a compiere tale gesto, è da ricondursi ad un litigio per contrasti sentimentali iniziati la sera del giorno precedente tra lo stesso ed una comitiva di giovani “ostunesi”, i quali gli avrebbero attribuito anche il danneggiamento di un’autovettura.

 

Proseguono le ricerche finalizzate al rinvenimento dell’arma utilizzata.

No Comments