September 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio comunale di Mesagne ha proceduto nel corso dell’ultima seduta con la nomina dei componenti della “commissione Pari Opportunità, per le politiche di genere e i diritti civili”.

“L’Amministrazione comunale ha ravvisato la necessità di ampliare la finalità della precedente commissione approvando con delibera di Consiglio comunale dello scorso 30 dicembre un nuovo regolamento che introduce importanti novità, ampliando le finalità dell’istituto, che oltre a salvaguardare le pari opportunità punta a contrastare ogni forma di discriminazione culturale, sessuale, etnica”, ha dichiarato il sindaco Toni Matarrelli, che ha condiviso i contenuti riportati nella relazione a cura del consulente politico alle Pari Opportunità, Antonio Calabrese. La commissione è un organismo permanente, propositivo e di consultazione dell’Ente che ha come finalità l’osservazione, la discussione e la promozione delle politiche attive di uguaglianza su problematiche attinenti. Nello svolgimento delle proprie funzioni, la commissione può collaborare con altri enti ed istituzioni presenti a livello locale, regionale, nazionale ed europeo.

“Lo strumento di recente attualizzato, attraverso i componenti che lo rappresentano, si propone di contribuire all’effettiva attuazione dei principi di parità sanciti dall’ordinamento giuridico nazionale ed internazionale”, ha spiegato il presidente del Consiglio comunale Omar Ture.

 

Tra i componenti della commissione, nel corso della prima convocazione che si è svolta ieri pomeriggio nell’Aula Consiliare del Comune di Mesagne, è stata eletta presidente Anna Rita Pinto, vicepresidente Valentina Begaj, segretaria Cristina De Fazio. Gli altri componenti sono Simonetta Desiate, Santina Giusy Fracchiolla, Angelo Rammazzo. Sono stati designati a far parte della Commissione i consiglieri comunali Dino Crusi e Rosanna Saracino; la dipendente comunale Emanuela Micaletto è componente per il CUG, il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità.

No Comments